Dipartimento PIPSS


Direttore : Dott. ssa PAROLINI AURE
Segreteria : Sig.ra DUCOLI ILARIA
Telefono : 0364 329.389
Email : assi.vcs@ats-montagna.it

 

Il Dipartimento PIPSS svolge le funzioni finalizzate a garantire la realizzazione di una “rete integrata” d’offerta sanitaria e sociosanitaria in raccordo con il sistema dei Servizi sociali di competenza delle autonomie locali con l’obiettivo di garantire l’erogazione di prestazioni adeguate ai bisogni, assicurare la continuità assistenziale, migliorare l’accessibilità ai servizi. A tal fine il Dipartimento promuove lo sviluppo delle competenze necessarie per l’analisi e il monitoraggio clinico-epidemiologico della salute, dei percorsi di cura, dell’adeguatezza delle prestazioni, anche in termini di esiti e outcome clinico-funzionali in rapporto alle attese dei cittadini. Queste attività, finalizzate al governo della domanda, sono orientate ad ottimizzare la programmazione dell’offerta in raccordo con il Dipartimento PAAPSS e con il Dipartimento Funzionale Programmazione Budget Sociosanitario e Sociale secondo criteri di appropriatezza e di equità ed a promuovere l’implementazione di processi di raccordo tra i soggetti della rete dei servizi sanitari, sociosanitari e socio assistenziali e la reale presa in carico in particolare delle persone che presentano bisogni complessi che richiedono un approccio multidisciplinare e di lunga durata. In questo ambito il dipartimento assicura in particolare il raccordo con le ASST del territorio e con gli Uffici di Piano dei Comuni.

 

Le principali funzioni assegnate al Dipartimento PIPSS sono le seguenti:

  • raccordo tra il sistema dei servizi sanitari, sociosanitari e sociali coordinando la programmazione e la realizzazione degli interventi e valutandone i risultati secondo criteri ed indicatori condivisi; questa funzione si realizza attraverso il raccordo con il Dipartimento PAAPSS nell’ambito della negoziazione con le strutture accreditate, con gli Uffici di Piano dei Comuni nell’ambito delle attività di programmazione dei servizi sociali, con le associazioni di categoria, volontariato e terzo settore nell’elaborazione di iniziative e progetti di collaborazione;
  • coordinamento e monitoraggio delle progettualità innovative nell’ambito dell’offerta di servizi di integrazione tra le reti sociosanitaria e sociale con particolare riferimento a misure a sostegno della famiglia e dei suoi componenti fragili, sperimentazioni per l’area famiglia e minori ivi compresa l’area della tutela minorile e della neuropsichiatria infantile, progetti specifici per le dipendenze e nell’area della salute mentale, interventi di conciliazione famiglia lavoro, altri interventi regionali nell’ambito del sostegno al reddito e autonomia, modelli innovativi di presa in carico in grado di integrare le diverse risposte ai bisogni complessi degli utenti fragili;
  • governo della presa in carico e dei percorsi assistenziali attraverso l’adozione di sistemi informativi integrati orientati all’analisi epidemiologica dei bisogni e all’identificazione dei target di popolazione prioritari, l’implementazione di protocolli e procedure, in raccordo con i dipartimenti Cure Primarie e PAAPSS, per il governo della presa in carico e per assicurare la continuità assistenziale in tutta la filiera dei servizi sanitari, sociosanitari e sociali assicurando la libera scelta tra gli erogatori, la definizione, in accordo con le indicazioni regionali, dei criteri e delle modalità di attuazione della valutazione multidimensionale e personalizzata del bisogno e secondo principi di appropriatezza e di equità.

 

Il Dipartimento promuove inoltre iniziative formative e informative nell’ottica di sviluppare, nel sistema, una cultura volta a superare la frammentarietà dei percorsi e interviene direttamente nella gestione di eventuali casi complessi, che non trovino percorsi adeguati all’interno delle reti degli erogatori.

 

Nello svolgimento delle funzioni di integrazione tra il sistema dei servizi sociosanitari e sociali il dipartimento si raccorda con il Dipartimento Funzionale Programmazione Budget Sociosanitario e Sociale e si avvale della “cabina di regia” costituita ai sensi dell’art. 6 comma 6 della L.R. 11 agosto 2015 n. 23 con funzioni consultive rispetto alle attività del dipartimento stesso.

 

Afferiscono al Dipartimento le strutture complesse (SC) e semplici dipartimentali (SSD) di seguito riportate, che assicurano la lettura dei bisogni e dell’offerta di prestazioni ai fini della programmazione e della valutazione dei servizi, nonché le attività finalizzate all’implementazione delle misure e dei progetti sperimentali regionali ed alla governance della rete delle strutture accreditate e a contratto.

SC Famiglia e Reti Sociosanitarie VAL

Assicura le seguenti funzioni:

  • analisi e valutazione dei bisogni, ai fini della programmazione sociosanitaria e sociale attraverso lettura sistematica dei flussi delle strutture socio-sanitarie e sociali, degli esiti delle misure e progetti, delle attività di vigilanza monitoraggio delle risorse del territorio;
  • attuazione Sperimentazioni e Misure promosse dalla DG Welfare nell’area Famiglia: progetti sperimentali consultori, Reti Antiviolenza, Reti Immigrazione, protocolli Tutela Minori;
  • attuazione progetti e sperimentazioni reti promossi da DG Reddito e Autonomia: bonus famiglia, Reti di Conciliazione, finanziamenti per interventi strutturali;
  • governance dei percorsi di cura e integrazione Rete Strutture accreditate area Famiglia;
  • governance dei percorsi di cura e integrazione Rete Strutture accreditate area Dipendenze;
  • collaborazione con la Cabina di Regia.

SC Famiglia Fragilità e Reti Sociosanitarie VCS

Assicura le seguenti funzioni:

  • analisi e valutazione dei bisogni ai fini della programmazione sociosanitaria e sociale attraverso lettura sistematica dei flussi delle strutture socio-sanitarie e sociali, degli esiti delle misure e progetti, delle attività di vigilanza monitoraggio delle risorse del territorio;
  • attuazione Sperimentazioni e Misure promosse dalla DG Welfare nell’area Famiglia e Fragilità: progetti sperimentali consultori, Reti Antiviolenza, Reti Immigrazione, protocolli Tutela Minori, RSA Aperta, Cure Intermedie…;
  • attuazione progetti e sperimentazioni reti promossi da DG Reddito e Autonomia: bonus famiglia, Reti di Conciliazione, finanziamenti per interventi strutturali;
  • governance dei percorsi di cura e integrazione Rete Strutture accreditate area Famiglia e Fragilità;
  • governance dei percorsi di cura e integrazione Rete Strutture accreditate area Dipendenze;
  • collaborazione con la Cabina di Regia.

SSD Integrazione Percorsi Fragilità

Assicura le seguenti funzioni:

  • analisi quantitativa e qualitativa dei bisogni delle persone fragili e delle loro famiglie e delle prestazioni erogate a supporto della programmazione sanitaria, socio-sanitaria e sociale integrata;
  • implementazione e monitoraggio delle sperimentazioni e Misure promosse dalla DG Welfare nell’area Fragilità;
  • promozione della realizzazione di percorsi di valutazione multidimensionale e di presa in carico della persona fragile e della sua famiglia nella Rete Strutture accreditate al fine di garantire la continuità delle cure.

SSD Integrazione Percorsi Disabilità

Assicura le seguenti funzioni:

  • analisi quantitativa e qualitativa dei bisogni delle persone con disabilità e delle loro famiglie e delle prestazioni erogate a supporto della programmazione sanitaria, socio-sanitaria e sociale integrata;
  • implementazione di progetti innovativi di carattere sperimentale promossi dalle Direzioni Regionali ad integrazione dell’offerta;
  • promozione dei percorsi di valutazione multidimensionale e di presa in carico della persona con disabilità al fine di garantire la continuità delle cure nella rete delle strutture accreditate.
Print Friendly, PDF & Email