ATS della Montagna, il bilancio di 3 anni di lavoro

Terza Convention per l’ATS della Montagna che stamane, presso il Teatro Sociale di Sondrio, alla presenza di dipendenti, di una nutrita rappresentanza di sindaci, organizzazioni sindacali e associazioni di volontariato, ha tracciato il bilancio di questi 3 anni di attività. Dal 2016, anno della sua istituzione voluta da Regione Lombardia, per l’Agenzia di Tutela della Salute guidata dal Direttore Generale Maria Beatrice Stasi sono stati anni intensi. “Una sfida nella sfida”  – come l’ha definita il DG Stasi nel suo intervento  – che ha coinvolto molte persone – nuove persone, nuovi dipendenti  – e diversi territori – la provincia di Sondrio, la Valcamonica e il Medio Alto Lario, nonché un bacino di utenti di quasi 350.000 abitanti. A portare i saluti della città di Sondrio è stato il Sindaco Marco ScaramelliniCapillare e approfondita l’analisi a cura della Direzione Strategica. Al DG il compito di illustrare la grande scommessa della creazione di una nuova istituzione. Al Direttore Sociosanitario, Dr. Fabrizio Limonta, invece quello di fare il punto della situazione rispetto al progetto “ARNICA” per la presa in carico dei pazienti cronici. A seguire l’intervento del Direttore Sanitario, Dott.ssa Lorella Cecconami, che ha tracciato l’evoluzione di quella grande iniziativa di prevenzione, “L’Ottobre in Rosa”, che ha saputo crescere nel corso del tempo arrivando a coinvolgere migliaia di interlocutori. Le conclusioni dei lavori sono state affidate a Luigi Cajazzo, Direttore Generale Welfare di Regione Lombardia che nel suo intervento ha speso parole di grande apprezzamento per il lavoro svolto e per l’esempio che l’ATS della Montagna ha saputo rappresentare a livello regionale. A coordinare i lavori l’Avvocato Monica Fumagalli, Direttore Amministrativo dell’ATSUna mattinata molto partecipata e intensa che si è chiusa con il riconoscimento di tutte le associazioni e i comuni – quasi 200 – che dalla Valcamonica al Medio Alto Lario passando per la provincia di Sondrio hanno reso possibile la realizzazione di un “Ottobre in Rosa” che ha visto l’organizzazione di oltre 60 iniziative e la partecipazione di oltre 7000 persone. Il DG Stasi ha voluto concludere il proprio mandato consegnando a tutti gli ospiti il “Bilancio di Mandato”, documento che ben illustra i risultati e le attività dell’ATS della Montagna nel triennio 2016/2018.

ATS_BilancioMandato

Print Friendly, PDF & Email