Menù scolastici, l’ATS della Montagna elabora e condivide le linee guida per una corretta e sana alimentazione

L’adozione di corrette abitudini alimentari è da anni riconosciuta come intervento prioritario per promuovere il miglior stato di salute possibile in ogni individuo durante tutto l’arco della vita. Un’alimentazione corretta, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, riveste, infatti, un ruolo di primaria importanza nel contrastare l’insorgenza di numerose patologie cronico degenerative: diabete, malattie cardiovascolari, obesità, patologie tumorali…che, nei paesi occidentali, rappresentano la principale causa di mortalità. L’accesso a un’alimentazione sana e adeguata è pertanto non solo un obiettivo di salute pubblica, ma uno dei diritti fondamentali come sancito nella “Convenzione dei diritti dell’infanzia”, adottata dall’ONU già nel 1989.  Un contesto strategico in cui sviluppare e condividere iniziative finalizzate a incrementare un corretto approccio nei confronti dell’alimentazione è sicuramente la scuola. I servizi di ristorazione scolastica quindi rappresentano un valido e significativo strumento di educazione e promozione della salute.  A tale proposito l’Unità Operativa di Igiene e Prevenzione negli Ambienti di Vita dell’ATS della Montagna ha redatto le nuove linee di indirizzo per l’elaborazione dei menù e la gestione della refezione scolastica. Tali indicazioni  – da oggi pubblicate anche sul sito dell’ATS della Montagna – sono state inviate a tutti i referenti e ai responsabili dei Servizi di Refezione scolastica dei Comuni e delle Scuole Primarie dell’ATS.

Per ulteriori informazioni consulta:

Linee guida per la ristorazione scolastica

Print Friendly, PDF & Email