Per l’ATS della Montagna il 2018 è iniziato con un importante riconoscimento

L’Agenzia di Tutela della Salute della Montagna ha ottenuto una “segnalazione di buon esempio” nell’ambito del premio nazionale “Persone e Comunità” indetto dal Centro Studi Cultura e Società di Torino grazie al progetto “Determinazione informatizzata dei metaboliti urinari di droghe d’abuso”. L’iniziativa, già in atto, ha consentito di compiere un salto di qualità, di sicurezza e di semplificazione informatizzando le fasi di accettazione, trasmissione, analisi e refertazione dei campioni di urine raccolte presso i SERT del territorio di Valtellina, Valchiavenna e Medio Alto Lario. La razionalizzazione delle procedure tramite una riduzione del numero di passaggi nel percorso del campione ha comportato, sempre nel massimo rispetto della tutela della privacy, una riduzione del rischio di errori, l’eliminazione dei supporti cartacei, la velocizzazione dei tempi di trasmissione delle risposte di analisi. Il progetto è stato sviluppato, senza costi aggiuntivi, dall’équipe del Laboratorio di Prevenzione dell’ATS della Montagna diretto dalla dott.ssa Anna Maria Cioccarelli. La cerimonia di premiazione si è svolta il 2 marzo scorso a Torino presso la sede della Regione Piemonte.

Print Friendly, PDF & Email