Misure a sostegno della famiglia e dei suoi componenti fragili : Residenzialità Assistita – RSA Aperta


Anche per l’anno 2018 Regione Lombardia prosegue con le Misure a sostegno della famiglia e dei suoi componenti fragili.
La DGR 7769/2018 con delibera del 17 gennaio 2018 ha introdotto nuovi criteri di accesso ed interventi per garantire una maggior qualificazione dei servizi ed una miglior risposta al bisogno dell’utente e della sua famiglia.
In dettaglio le Misure sono:
Residenzialità Assistita
La Residenzialità Assistita è rivolta a persone, residenti in Lombardia, con parziale limitazione dell’autonomia che necessitano di un’accoglienza residenziale/abitativa per l’assenza di una rete di supporto o per la presenza di criticità temporanee o persistenti della rete familiare.
Consiste nell’inserimento in una delle strutture (RSA, Case Albergo, alloggi protetti per anziani, strutture residenziali di tipo comunitario) che hanno sottoscritto un contratto con l’ATS della Montagna.

A chi è rivolta:
La Misura è rivolta ad anziani/fragili di età uguale o superiore ai 65 anni che, al proprio domicilio, si trovano in condizione di difficoltà e/o isolamento e che hanno necessità di supervisione e di prestazioni sociosanitarie in un ambiente di tipo familiare e/o socializzante.

Come accedere alla Misura:
Per accedere alla Misura l’utente o suo familiare deve presentare domanda presso la ASST di residenza.
Il modello di domanda può essere scaricato dal sito:
• ASST Valtellina e Alto Lario www.asst-val.it
La domanda compilata va poi presentata allo sportello CeAD/SUW dell’ASST di Valtellina e Alto Lario per le persone residenti nella stessa ASST;
• ASST Valcamonica www.asst-valcamonica.it.
La domanda compilata va poi presentata all’Unità di Valutazione Multidimensionale dell’ASST di Valcamonica, per le persone residenti nella stessa ASST

L’equipe dell’ASST Valtellina Alto Lario o dell’ASST Valcamonica effettuerà la Valutazione Multidimensionale con verifica dei requisiti e delle condizioni di bisogno sociosanitario della persona.
In caso di esito positivo l’equipe di valutazione multidimensionale provvederà:
• alla stesura del Progetto Individualizzato
• ad accompagnare la persona nella scelta dell’Ente gestore
• all’assegnazione del voucher giornaliero di € 22,00 per l’acquisto delle prestazioni socio-sanitarie previste (prestazioni infermieristiche di base, monitoraggio assunzione farmaci,rieducazione funzionale,stimolazione per il mantenimento delle capacità cognitive e delle autonomie,supervisione nelle attività di base della vita quotidiana, ecc…)

Costi per l’utente:
L’utente dovrà pagare la quota alberghiera all’Ente gestore scelto mentre le prestazioni sociosanitarie saranno coperte dal voucher (€ 22,00/die) assegnatogli.

Chi eroga le prestazioni: Le Case Albergo, gli Alloggi Protetti per anziani, le Strutture Residenziali di tipo comunitario, le RSA autorizzate dall’ATS della Montagna all’erogazione.
ELENCO STRUTTURE RESIDENZIALITA’ ASSISTITA

Misura RSA Aperta
La Misura RSA Aperta è rivolta a persone affette da Demenza o ad Anziani,non autosufficienti, di età uguale o superiore a 75 anni.
Prevede interventi di carattere sociosanitario, al domicilio o presso RSA, effettuati da operatori qualificati.
Gli interventi sono finalizzati a favorire il mantenimento delle capacità residue e rallentare, ove possibile, il decadimento delle diverse funzioni, evitando e/o ritardando il ricorso al ricovero in struttura.

A chi è rivolta:
• A persone affette da Demenza certificata dallo specialista geriatra/neurologo
• Ad anziani non autosufficienti di età pari o superiore a 75 anni, riconosciuti invalidi civili al 100% con o senza indennità di accompagnamento

Come accedere alla Misura:
Per accedere alla Misura l’utente o suo familiare deve compilare la “DOMANDA DI ACCESSO ALLA MISURA RSA APERTA” come da modello scaricabile qui
La domanda compilata va presentata ad una delle RSA autorizzate all’erogazione dall’ATS della Montagna
ELENCO STRUTTURE RSA APERTA
L’equipe della RSA provvederà ad effettuare la Valutazione Multidimensionale con verifica dei requisiti e delle condizioni di bisogno sociosanitario della persona.
In caso di esito positivo l’equipe di valutazione multidimensionale provvederà:
• alla stesura del Progetto Individualizzato (PI) e del Piano di Assistenza Individualizzato (PAI)
• all’erogazione degli interventi previsti nel PI e nel PAI

Gli interventi previsti potranno essere effettuati sia presso il domicilio della persona che presso la RSA.
In base alla valutazione effettuata potranno essere erogate le seguenti prestazioni:
stimolazione cognitiva e/o motoria, interventi per problemi nell’alimentazione, supporto e consulenza alla famiglia e/o badante per la gestione dei disturbi del comportamento,
supporto psicologico al familiare e/o alla badante, aiuto al familiare e/o alla badante nell’igiene personale , eventuale sostituzione del caregiver e/o ricoveri di sollievo…

Per ogni persona ritenuta idonea alla misura è previsto un budget annuale di € 3600 in base alla durata del Progetto individualizzato(PI).

Print Friendly, PDF & Email