Misure a sostegno della famiglia e dei suoi componenti fragili: Residenzialità per minori con gravissima disabilità


Anche per l’anno 2018 Regione Lombardia prosegue con le Misure a sostegno della famiglia e dei suoi componenti fragili.

La DGR 7769/2018 con delibera del 17 gennaio 2018 ha introdotto nuovi criteri di accesso ed interventi per garantire una maggior qualificazione dei servizi ed una miglior risposta al bisogno dell’utente e della sua famiglia. Si riporta a seguire una delle Misure previste, in specifico nell’ambito della disabilità.

 

Residenzialità per minori con gravissima disabilità

La Misura è finalizzata a sostenere l’accoglienza residenziale di minori in condizioni di gravissima disabilità. La misura intende assicurare accoglienza ad una tipologia di utenza che ad oggi non trova risposta nella rete consolidata dei servizi rivolti ai disabili.

A chi è rivolta

  • Minori con gravissima disabilità, in condizioni di stabilità clinica certificata, che necessitano di assistenza continua, sanitaria e tutelare, nell’arco delle 24 ore che non può essere, di norma, garantita nel proprio contesto di vita.
  • Minori con gravissima disabilità, in condizioni di stabilità clinica certificata, che necessitano di assistenza continua, sanitaria e tutelare, nell’arco delle 24 h per i quali la famiglia, attraverso un significativo impegno di care, riesce a garantire l’assistenza nel proprio contesto di vita, ma necessita di temporanei interventi di supporto attraverso la misura.

 

Come accedere alla Misura

L’accesso alla misura può avvenire dal domicilio, dall’ospedale, da altra struttura, a seguito di richiesta presentata unicamente da parte dei genitori o di chi esercita la responsabilità genitoriale.

La richiesta deve essere presentata all’ATS di residenza del minore, la quale:

  • assicura il coordinamento, attivando l’ASST (UONPIA/altri reparti/servizi), il Pediatra di famiglia/MMG e l’Ambito/Comune di residenza del minore, per le loro specifiche funzioni di valutazione e presa in carico;
  • autorizza l’accesso alla misura e garantisce la governance anche in ordine alle risorse economiche disponibili, assicurando la regia delle diverse fasi progettuali;
  • garantisce la rivalutazione almeno semestralmente e/o comunque su segnalazione del gestore di variazioni sostanziali delle condizioni del minore.

E’ utilizzata una scheda di valutazione per definire:

– l’ammissibilità alla misura;

– il livello di intensità assistenziale.

Sono previsti due livelli assistenziali, rispettivamente di media ed alta intensità, a cui corrispondono due diversi standard assistenziali e due profili di valorizzazione economica:

  • profilo di media intensità: tariffa giornaliera € 140;
  • profilo di alta intensità: tariffa giornaliera € 200.

 

Costi per l’utente

E’ prevista per il gestore la possibilità di richiedere un’integrazione economica non

superiore al 30% dell’importo giornaliero corrispondente al profilo ad alta intensità.

 

Chi eroga le prestazioni:

Le unità d’offerta che assicurano questa forma di accoglienza sono presenti a livello regionale nelle province di Como, Milano e Bergamo.

 

ELENCO STRUTTURE RESIDENZIALITA’ PER MINORI CON GRAVISSIMA DISABILITA’

 

Indirizzo mail sito regionale:

https://www.dati.lombardia.it/Famiglia/Residenzialita-minori-con-gravissima-disabilit-/igkd-rtxy/data

Print Friendly, PDF & Email