Vaccino antinfluenzale 2016


INFORMAZIONI SULL’INFLUENZA
L’ATS Montagna avvierà la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale a partire dal 3 novembre p.v.

Per informazioni è possibile rivolgersi al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria nelle seguenti sedi:

POSTER CON SEDI E ORARI DETTAGLIATI
Territorio Medio Alto Lario
Territorio Valcamonica
Territorio Valtellina

Sede di Sondrio: 0342/555423
Sede di Morbegno: 0342/643271 – 0342/643268
Sede di Chiavenna: 0343/67330 – 0343/67308
Sede di Tirano: 0342/707340
Sede di Bormio: 0342/909128 – 0342/909250
Sede di Dongo: 0344/973514 – 0344/973520
Sede di Menaggio: 0344/369222
Sede S. Fedele degli Intelvi: 0344/ 369222
Sede di Edolo: 0364/ 329368 – 0364/ 329367
Sede di Breno: 0364/ 329368 – 0364/ 329367
Sede di Darfo: 0364/ 329368 – 0364/329367
COS’E’ L’INFLUENZA
L’influenza è un’infezione respiratoria molto contagiosa provocata da un virus. Si manifesta ogni anno durante la stagione invernale, principalmente da dicembre a marzo.

COME SI TRASMETTE
Il virus influenzale si trasmette per via aerea attraverso goccioline di muco o di saliva emesse con la tosse, lo starnuto o anche semplicemente parlando vicino ad un’altra persona. Il periodo di incubazione è molto breve da 1 a 4 giorni.

COME SI MANIFESTA
I sintomi più frequenti sono:

Febbre (con rialzi fino a 39,5°)
Malessere generale, mal di testa, mancanza di appetito
Dolori muscolari, ossei e articolari
Sintomi respiratori come tosse, mal di gola, congestione nasale
Congiuntivite.
LE COMPLICANZE
Di norma l’influenza è una malattia che guarisce nel giro di una settimana; in alcune persone, tra cui i soggetti con età superiore ai 65 anni, può essere causa di gravi conseguenze: polmoniti batteriche, stati di disidratazione, peggioramento di malattie preesistenti (ad esempio malattie croniche dell’apparato cardiovascolare o respiratorio).

PERCHE’ VACCINARSI
La vaccinazione è il mezzo più efficace e sicuro per prevenire l’influenza e ridurre le complicanze. I virus influenzali cambiano spesso la loro struttura, per questo motivo la vaccinazione va ripetuta ogni anno.

CHI SI DEVE VACCINARE
1.Soggetti di età pari o superiore a 65 anni (nati nell’anno 1951 e precedenti).

2.Bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi ed adulti – affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza, quali:

malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio
malattie dell’apparato cardio-circolatorio
diabete mellito e altre malattie metaboliche
tumori
insufficienza renale cronica
epatopatie croniche
malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale
malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie
malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV
patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici
patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari).
QUANDO FARE LA VACCINAZIONE

Il periodo ottimale per l’avvio della campagna di vaccinazione antinfluenzale è, per la nostra situazione climatica e per l’andamento temporale mostrato dalle epidemie influenzali in Italia, quello autunnale, a partire dalla metà di ottobre sino a fine dicembre.

DOVE VACCINARSI
E’ possibile vaccinarsi presso gli ambulatori dell’ATS della Montagna e negli ambulatori dei Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta (orari e sedi consultabili sul sito dell’ATS della Montagna www.ats-montagna.it.

MISURE IGIENICHE RACCOMANDATE

Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone
Coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce ed utilizzare fazzoletti di carta usa e getta
Evitare contatti ravvicinati in caso di malattie respiratorie febbrili in fase iniziale.

Print Friendly, PDF & Email