Valcamonica, il Registro Tumori c’è. L’ATS della Montagna mantiene le promesse

Unico in Lombardia ad esserne ancora sprovvisto, grazie ad un intenso e complesso lavoro attivato fin dalla sua costituzione – un anno fa – dall’ATS della Montagna, il Distretto della Valcamonica ha il suo Registro Tumori.

Un argomento rispetto al quale la Direzione Strategica ha recentemente aggiornato anche gli amministratori attraverso i vertici locali dell’Assemblea dei Sindaci.

A seguire direttamente l’articolata attività di raccolta e ricerca è stata la Direzione Sanitaria dell’ATS della Montagna.

“E’ stato un lavoro molto complesso, non essendovi uno storico, ma molto interessante  – spiega il Direttore Sanitario, Lorella Cecconami – che ora ci consentirà di condurre approfondimenti ancora più specifici a maggior beneficio dei cittadini della Valcamonica”.

Individuato come priorità già nei mesi scorsi, quindi, il Registro Tumori è stato impostato e attivato e ad oggi è in grado di presentare i primi dati relativi al 2015.

“Abbiamo già contattato il presidente dell’Assemblea Distrettuale dei Sindaci, Emanuele Moraschini, sindaco di Esine – spiega il Direttore Generale dell’ATS della Montagna, Maria Beatrice Stasi – per concordare la presentazione – come promesso entro la fine di gennaio –  del lavoro svolto a tutti i primi cittadini della Valcamonica. Oltre al Registro Tumori – aggiunge il Direttore Generale – saremo lieti di illustrare tutta una serie di dati e indicatori: dall’analisi del contesto demografico ai dati di mortalità, dall’andamento dei ricoveri e della loro tipologia all’attività del programma di screening, dall’efficacia delle campagne relative agli stili di vita ai dati di prevalenza rispetto a specifiche casistiche. Insomma un focus sullo stato di salute della popolazione della Valcamonica che, ci auguriamo possa essere apprezzato e soprattutto, non essendo mai stato fatto prima d’ora, possa fornire spunti utili per condividere le attività future”.

Print Friendly, PDF & Email