Forniture di protesi, ortesi e ausili


Alcune categorie di cittadini, affetti da particolari patologie che causano disabilità, hanno garantita la  fornitura di:

  • ausili protesici personalizzati quali: protesi d’arto, protesi acustiche, protesi oculari, protesi mammarie, busti ortopedici, calzature ortopediche, plantari, carrozzine, sistemi di postura, ausili per la comunicazione, ausili per la vista, ecc…);
  • ausili di serie quali: letti ortopedici, materassi e cuscini antidecubito, sollevatori, carrozzine di serie, sedie per WC e doccia, rialzo per WC, deambulatori, stampelle e tripodi, montascale.

Aventi diritto:

  • invalidi civili, di guerra, per servizio, ciechi e sordomuti;
  • minori di anni 18 che necessitano di interventi di prevenzione, di cura o di riabilitazione per invalidità permanente;
  • coloro che hanno presentato domanda di invalidità, sono stati sottoposti a visita della Commissione e sono in attesa di ricevere il verbale con riconoscimento dell’invalidità;
  • amputati di arto, donne che hanno subito un intervento di mastectomia o con malformazione congenita che comporti l’assenza di una o di entrambe le mammelle o della sola ghiandola mammaria, soggetti che hanno subito un intervento demolitore sull’occhio, laringo-tracheostomizzati con presentazione di idonea certificazione medica;
  • i ricoverati in struttura sanitaria accreditata, pubblica o privata, per i quali il medico specialista certifichi la contestuale necessità ed urgenza dell’applicazione di una protesi, di una ortesi o di un ausilio prima della dimissione;
  • assistiti in fase terminale o in cure palliative;
  • Gli istanti in attesa di accertamento di invalidità da parte della Commissione preposta, nel caso in cui dalla certificazione medica risulti una delle seguenti diciture : “incapace di deambulare senza l’aiuto di un accompagnatore” oppure “necessita di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita”, in stretta e coerente  relazione con la gravità della menomazione certificata.

Cosa fare
L’interessato, o un familiare, deve rivolgersi:

  • al medico di famiglia, che rilascia l’impegnativa di visita specialistica finalizzata ad eventuale prescrizione protesica
  • ad un medico specialista ospedaliero inserito nell’elenco dei prescrittori di ausili protesici dell’ATS, che redige la prescrizione (previo appuntamento)

Sono previste diverse modalità di prescrizione ed erogazione:

PRESIDI PERSONALIZZATI

  • PRESCRIZIONE INFORMATICA degli ausili protesici personalizzati effettuata da un medico specialista prescrittore operante in ospedale pubblico:
    • con la PRESCRIZIONE il cittadino si reca immediatamente presso una ditta convenzionata con l’ATS per la fornitura;
    • la ditta EROGA il presidio prescritto entro i tempi previsti dalla normativa vigente (max 90 gg. per i presidi più complessi);
    • il cittadino è tenuto, entro 20 gg., a recarsi dallo Specialista prescrittore (previo appuntamento) per il COLLAUDO del presidio prescritto.
  • PRESCRIZIONE CARTACEA degli ausili protesici personalizzati effettuata da un medico specialista prescrittore operante in ospedale pubblico su modello O3, con redazione del programma terapeutico:
    • con la prescrizione il cittadino si reca presso una ditta convenzionata con l’ATS per la formulazione del PREVENTIVO;
    • il cittadino presenta all’Ufficio Assistenza Protesica dell’ASST di residenza la prescrizione completa di preventivo per la successiva AUTORIZZAZIONE (max 20 gg.);
    • la ditta EROGA il presidio prescritto entro i tempi previsti dalla normativa vigente (max 90 gg. per i presidi più complessi);
    • il cittadino è tenuto, entro 20 gg., a recarsi dallo Specialista prescrittore (previo appuntamento) per il COLLAUDO del presidio prescritto.

PRESIDI di SERIE

La prescrizione di presidi di serie (letti, materassi e cuscini antidecubito, carrozzine comode, sollevatori) per pazienti in assistenza domiciliare o malati terminali può essere effettuata sia dallo Specialista prescrittore sia dal Medico di Medicina Generale o Pediatra di Famiglia.

Il Medico di Medicina Generale o Pediatra di Famiglia possono richiedere la fornitura di ausili di serie (letto ortopedico, materasso e carrozzina comoda) per assistiti non ricoverati in fase terminale o in cure palliative.

  • PRESCRIZIONE INFORMATICA: L’ufficio di Assistenza Protesica dell’ASST di residenza si attiva per l’immediata fornitura dell’ausilio.
  • PRESCRIZIONE CARTACEA: il cittadino è tenuto a presentare la prescrizione medica all’ufficio Assistenza Protesica dell’ASST di di residenza che si attiverà immediatamente per la fornitura dell’ausilio.

In ogni caso la fornitura dell’ausilio protesico può essere GARANTITA DIRETTAMENTE dall’ASST, che provvede alla consegna diretta oppure al domicilio del presidio prescritto, tramite la ditta alla quale è stato appaltato il servizio di consegna ed il ritiro degli ausili.
Tutti gli ausili non personalizzati di serie  sono di proprietà delle ASST, vengono consegnati in comodato d’uso gratuito, non devono essere modificati e vanno restituiti all’ASST a fine utilizzo (es: ingresso in RSA/RSD, decesso o trasferimento in altra ASST).

Albo dei medici prescrittori di presidi, ortesi e ausili tenuto dall’ATS della Montagna

Albo dei fornitori di protesi, ausili e ortesi tenuto dall’ATS della Montagna

Chi trovi
Personale amministrativo e sanitario.

Quanto costa
Non è previsto alcun costo.

Dove rivolgersi

ASST Valtellina e Alto Lario

ASST Valcamonica

Print Friendly, PDF & Email