Pubblicato sul sito nazionale dell’Osservatorio Buone Pratiche AGENAS il progetto dell’ATS “Non abbassiamo la Guardia”

L’unificazione nell’ATS della Montagna di tre territori prima afferenti ad ASL diverse ha indotto l’Agenzia ad effettuare una serie di sopralluoghi ed ispezioni allo scopo di verificare la logistica e le modalità di lavoro delle varie Unità d’Offerta, al fine di omogeneizzare i Servizi per il cittadino.
Tutto il territorio dell’ATS ha un’alta valenza turistica, per questo le 41 postazioni dei Servizi di Continuità Assistenziale (ex “Guardia Medica”) e Continuità Assistenziale Stagionale (ex “Guardia Medica Turistica”) svolgono un ruolo importante sia dal punto di vista della continuità clinica e della sicurezza per gli utenti, che di immagine per il territorio e l’intera Regione.
Il progetto prevedeva di verificare visibilità, accessibilità, stato generale e dotazioni di ogni postazione, uniformare l’offerta dei servizi, proporre se necessario eventuali interventi correttivi o migliorativi con l’intento di garantire a tutti i cittadini qualità, efficacia, efficienza e le migliori condizioni di sicurezza per gli utenti e gli operatori.

La pubblicazione sul sito delle “Buone pratiche” AGENAS assume per l’ATS particolare significato poiché la quasi totalità dei lavori è di provenienza ospedaliera, dal contenuto clinico-terapeutico.

Per visionare il sito AGENAS e il progetto “buona pratica” dell’ATS della Montagna:

Sito web AGENAS

“Buone pratiche” AGENAS: il progetto dell’ATS della Montagna “Non abbassiamo la Guardia”

Print Friendly, PDF & Email