Erogazione di contributi per l’acquisto o l’utilizzo di strumenti tecnologicamente avanzati per persone disabili o con DSA


Erogazione di contributi per l’acquisto o l’utilizzo di strumenti tecnologicamente avanzati per persone disabili o con DSA

Regione Lombardia ha approvato il bando per il riconoscimento di contributi per l’acquisto o l’utilizzo di ausili e strumenti tecnologicamente avanzati per persone con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA).

 

Lo scopo della misura è quello di sostenere le persone disabili ed i minori con disturbi specifici dell’apprendimento, unitamente alle loro famiglie, mediante un contributo economico per l’acquisto (ovvero noleggio o leasing) di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati finalizzati ad implementare le abilità della persona e potenziare la sua qualità della vita.

 

Possono partecipare al presente bando:

  • minorenni o adulti disabili;
  • minorenni o giovani maggiorenni (entro il 25° anno di età) con disturbo specifico di apprendimento (DSA);
  • con un ISEE in corso di validità inferiore o uguale a 30.000,00 euro
  • che non hanno ricevuto il contributo per l’acquisizione di strumenti tecnologicamente avanzati ai sensi della l.r. 23/1999 nei 5 anni precedenti la misura e nella stessa area.

Si rende noto che con Decreto 5071 del 29 aprile 2020 Regione Lombardia ha integrato il bando come segue:

 

  • sono ammissibili le domande presentate dalle persone disabili che, durante il periodo di emergenza COVID-19, non potendo frequentare i Centri diurni socio-sanitari o sociali (quali i CDD, i CSE e gli SFA) ovvero essendo solo supportati da remoto nei percorsi di autonomia di cui al decreto n. 19486/2018 e s.m.i., necessitano di tablet o PC (anche senza software specifici) al fine di poter continuare a mantenere/sviluppare le abilità acquisite in termini, ad esempio di socializzazione, per lo svolgimento delle attività di vita quotidiana ecc.”

 

  • “Durante il periodo dell’emergenza COVID-19 per i nuclei familiari privi dell’attestazione I.S.E.E. 2020 viene considerata valida anche l’attestazione I.S.E.E. 2019 con valore inferiore o uguale ad euro 30.000. Resta ferma la possibilità, nel caso in cui il richiedente non fosse in possesso di nessuna delle due attestazioni di presentare comunque domanda, il riconoscimento del contributo sarà in tal caso condizionato alla presentazione dell’attestazione I.S.E.E. 2020 entro 90 giorni.”

 

  • “personal computer e tablet anche senza software specifici, soltanto nel caso in cui il contributo sia destinato a una persona disabile che, durante il periodo di emergenza COVID-19, non potendo frequentare i Centri diurni socio-sanitari o sociali (quali i CDD, i CSE e gli SFA) ovvero essendo solo supportata da remoto nei percorsi di autonomia di cui al decreto n. 19486/2018 e s.m.i., necessita solo della strumentazione di base.”

 

 

La presente misura è finalizzata ad estendere le abilità della persona ed a potenziare la qualità di vita delle persone disabili e dei minori con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) mediante un contributo economico delle spese sostenute per l’acquisto (ovvero noleggio o leasing) di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati, con massimali di contribuzione diversificati per ognuna delle 4 aree di intervento: domotica, mobilità, informatica e altri ausili.

Il contributo è riconosciuto nella misura del 70% della spesa ammissibile (spesa non inferiore a € 300,00) e comunque non superiore a € 16.000,00 ed entro i seguenti limiti:

  • personal computer da tavolo o tablet comprensivi di software specifici, contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, € 400,00;
  • personal computer portatile comprensivo di software specifici, contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, € 600,00;
  • protesi acustiche riconducibili: contributo massimo erogabile € 2.000,00;
  • adattamento dell’autoveicolo, compresi i beneficiari dell’art. 27 della legge 104/92, contributo massimo erogabile € 5.000,00.

 

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online all’indirizzo www.bandi.servizirl.it a partire dalle ore 10.00 del 16.01.2019.

Per l’assistenza tecnica sull’utilizzo del servizio on line della piattaforma Bandi online scrivere a bandi@regione.lombardia.it o contattare il n. verde 800.131.151 attivo dal lunedì al venerdì, escluso i festivi, dalle ore 10:00 alle ore 20:00.

La domanda deve avere in allegato:

  • il preventivo, o la fattura, o la ricevuta fiscale della spesa sostenuta (è ammessa documentazione fiscale attestante l’acquisto con data dal 01.2018, come da Deliberazione 1446 di Regione Lombardia del 25.03.2019), ovvero in caso di ausili o strumenti particolarmente costosi acquistati tramite rateizzazione, copia del contratto di finanziamento rilasciato dalla ditta fornitrice o dalla finanziaria;
  • il certificato del medico specialista ovvero del medico prescrittore attestante la conformità dell’ausilio prescritto alla maggiorazione della funzionalità da parte del minorenne o adulto disabile ovvero del minorenne o giovane maggiorenne con DSA; da caricare elettronicamente sul sistema informativo.
  • nel caso si frequenti Centri diurni socio-sanitari o sociali (quali i CDD, i CSE e gli SFA) bisogna allegare un autocertificazione di frequenza.

 

Le domande saranno valutate  dall’ATS  in ordine di presentazione e, in caso di ammissibilità,  l’erogazione del contributo è subordinata alla  disponibilità delle risorse.

 

Ispezione e controlli. Ai fini dell’ammissibilità l’ATS identifica, a campione, le domande su cui effettuare i relativi controlli relativamente ai requisiti autocertificati. E’ facoltà di Regione effettuare visite e controlli, anche senza preavviso presso le ATS al fine di verificare il rispetto delle disposizioni della d.g.r. n. 681/2018 nonché del presente Avviso. Ove opportuno ATS e Regione Lombardia si riservano la facoltà di richiedere ai beneficiari i chiarimenti e le integrazioni che si rendessero utili ai fini di valutare l’efficacia dell’intervento. I soggetti beneficiari sono tenuti a rispondere nei termini e nei modi di volta in volta indicati dagli uffici regionali competenti“.

 

I controlli relativi ai requisiti autocertificati verranno effettuati dall’ATS nella misura del 10%, secondo i seguenti criteri:

– una ogni dieci domande pervenute, sulla base dell’ordine di presentazione;

  • eventuali domande ritenute critiche.

 

Per informazioni è possibile scrivere all’indirizzo mail assi.vcs@ats-montagna.it o contattare la SSD Integrazione Percorsi  Disabilità  dell’ATS della Montagna:

Dott. Francesco Caravello tel. 0342-555842

Laura Sisti                          tel. 0364-329389

 

Per ulteriori informazioni consultare il  link del  sito di Regione Lombardia

 

http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioBando/servizi-e-informazioni/cittadini/persone-casa-famiglia/Disabilita/contributi-acquisto-strumenti/contributi-acquisto-strumenti