COVID-19: a marzo ripresa dei contagi ma con meno ricoveri.

Nella seconda metà di marzo riprendono a salire i contagi da Covid-19, ma diminuiscono i ricoveri che si attestano al di sotto degli 8 casi al giorno con uno scarsissimo impegno delle terapie intensive. Ma veniamo ai numeri attuali con un raffronto rispetto alla situazione del mese di gennaio. Dopo l’attenuazione della cosiddetta “quarta ondata” che ha iniziato a manifestarsi gradualmente nel corso del mese di dicembre 2021, con un aumento significativo dei nuovi casi a partire dal mese di gennaio 2022, raggiungendo il picco a fine gennaio, la curva epidemica in ATS della Montagna ha visto, nel mese di febbraio, una costante decrescita dei nuovi casi, raggiungendo una fase di stabilità fino alla prima metà marzo, con una media giornaliera di nuove positività attestata intorno ai 140 casi. Negli ultimi 15 giorni, come anticipato, si sta assistendo per contro ad una graduale ripresa dei contagi segnalati, che si attesta ad oggi su una media giornaliera di circa 200 nuovi positivi. I numeri attuali si discostano, comunque, nettamente dalla casistica registrata nel mese di gennaio che presentava medie giornaliere di 800 nuovi contagi, con picchi fino a 1200. Contagi in ripresa, dunque, ma – come spiegato – con una bassissima pressione sulle terapie intensive. Per il contenimento del contagio, ATS della Montagna, raccomanda, per coloro che ancora non lo fossero, la vaccinazione anticovid e l’esecuzione della terza dose a completamento del ciclo di base.

A questo proposito, anche sul territorio dell’ATS della Montagna la campagna vaccinale prosegue anche nelle farmacie.

Per maggior informazioni clicca QUI 

Da non dimenticare, inoltre, le buone abitudini ormai acquisite: continuare ad ad utilizzare i dispositivi di protezione e a rispettare con buon senso le regole di distanziamento.
ATS intanto prosegue con il monitoraggio dell’andamento della epidemia.