Posto occupato, anche l’ATS della Montagna celebra la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Sono oltre 140 le donne  – mogli, fidanzate, compagne, mamme – uccise in Italia “per amore” nel corso del 2018. A queste si devono però aggiungere le migliaia di vittime che in silenzio affrontano ogni giorno il loro calvario di vessazioni fisiche, psicologiche e morali, spesso perpetrate dai loro uomini. Il Nord conferma anche nel 2018 la più alta presenza di donne uccise. Anche quest’anno, dunque, l’ATS della Montagna ha deciso di aderire concretamente alla giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Oggi in numerose sedi ATS, infatti, vi sarà “un posto occupato” scarpe o sciarpa rosse e un cartello per dire “basta” e per dare coraggio a chi sta intraprendendo il doloroso percorso per liberarsi della paura e della violenza. Il “posto occupato” è stato allestito a  Sondrio in via Nazario Sauro e in via Stelvio, a Chiavenna, Morbegno, Tirano, Bormio, Dongo e Breno. Sul sito dell’ATS della Montagna è disponibile anche il video messaggio dell’assessore alle Pari Opportunità di Regione Lombardia, Silvia Piani che ricorda i servizi a disposizione di tutte le donne che ne abbiano bisogno perché l’assessore ricorda “Non sei da sola”. Basta contattare il numero verde 1522, oppure scaricare la APP “Non sei da sola” oppure visitare il sito nonseidasola. regione.lombardia.it.